Evoluzione o estinzione?

Quali cambiamenti ti aspetti dopo la crisi? Stiamo attraversando tutti quanti un momento difficile.  Ora siamo impegnati a fronteggiare l’emergenza della crisi.  Ma ci sarà un DOPO la crisi. E questa “relativa” pausa deve essere utilizzata per iniziare a prepararci per il dopo.  Ci troviamo a mio avviso davanti ad un cambiamento radicale, repentino.  Una grande accelerazione delle dinamiche già in atto. In queste settimane ci stiamo allenando al mondo che probabilmente verrà: un mondo più smart, flessibile e dinamico e che continuerà a cambiare tutte le nostre abitudini in maniera profonda e radicale. Noi stessi saremo probabilmente degli uomini e delle donne completamente diversi. In realtà, questo allenamento contribuirà a renderci i protagonisti di una incredibile trasformazione digitale più di quanto non lo siamo stati prima d’ora.  Una trasformazione che non solo non si arresterà ma che, a…

Continua a leggere Evoluzione o estinzione?

Quali sono i veri rischi che stai correndo?

Forse ti stai chiedendo “Quali sono i veri rischi che sto correndo?” Forse ti stai chiedendo “Come faccio a proteggere i miei soldi e gestire gli investimenti?” Questa post vuole iniziare a farti riflettere su questi due temi.  I rischi che stiamo correndo come cittadini italiani sono molto alti.  La nostra nazione è già attualmente molto indebitata e lo stato di crisi farà aumentare il debito e calare molto il PIL. Lo stato (ci tengo a ricordarlo) non ha soldi propri. Ogni euro speso oggi in sanità, pensioni e quant’altro sono sempre o soldi delle tasse di adesso (i tuoi F24 e le tue trattenute in busta paga) o soldi presi a prestito e quindi da restituire con interessi tramite tasse future (gli F24 e le trattenute future tue, dei tuoi figli e nipoti).…

Continua a leggere Quali sono i veri rischi che stai correndo?

Sai qual’è la relazione tra “smart working” e “organizzazione aziendale”?

Sai qual'è la relazione tra "smart working" e "organizzazione aziendale"? Le aziende italiane sono molto indietro nell'utilizzo degli strumenti di gestione "moderni". Strumenti informatici, ma anche e soprattutto "manageriali". Quelli minimi. Nei primi giorni della crisi del "COVID 19" quelle poche aziende rimaste aperte si sono trovate  di colpo ad avere i collaboratori obbligati a lavorare da casa con il computer in "smart working". E' stata e rimane una sfida enorme. Al di là della situazione pratica come la gestione dei figli, dell'accesso agli strumenti di lavoro, alle cartelle di lavoro, ai sofware gestionali... La sfida è sostanzialmente al 100% relativa alla cultura e all'organizzazione aziendale. Il lavoro è stato fino ad adesso "un luogo" fisico nel quale stare.Non (come è realmente) qualcosa che si fa, una serie di attività, responsabilità e obiettivi attribuiti alle persone. Nella…

Continua a leggere Sai qual’è la relazione tra “smart working” e “organizzazione aziendale”?

La tua finanza personale è a prova di crisi?

Abbiamo vissuto 70 anni di pace. Decenni di prosperità relativamente diffusa. Ci siamo dimenticati cosa possa essere una crisi economica seria. Non siamo più abituati ad affrontare le crisi che prima erano frequenti e feroci. Ci siamo affidati per decenni alla sicurezza.  Il mondo nel suo complesso ha vissuto 10 anni di crescita economica sostenuta, dopo la crisi del 2008. Tranne che in Italia che è stata l’unica nazione “sviluppata” a non riprendersi dalla crisi, a causa delle sue problematiche “strutturali” interne.  Quando circa 20 anni fa viaggiavo costantemente per lavoro nei paesi dell’europa centrale del blocco ex comunista notavo che le famiglie avessero scorte alimentari per molti mesi.Era la loro abitudine naturale, acquisita in anni di razionamenti,quando avevano soldi in relativa abbondanza ma non potevano comprare nulla perchè i negozi erano vuoti.…

Continua a leggere La tua finanza personale è a prova di crisi?
Sei pronto a surfare le onde che stanno arrivando?
Surfare le onde del cambiamento

Sei pronto a surfare le onde che stanno arrivando?

A fine marzo negli Stati Uniti sono state fatte 3,2 milioni di richieste di disoccupazione in una sola settimana  Il record è stato 700.000 nel 1982 e durante la crisi del 2008 non si sono superati a occhio i 600.000. Giusto per dare idea delle proporzioni.  Ora chiaramente il dato, come tutti, andrebbe analizzato con criterio e contestualizzato con l’ambiente economico (per esempio ricordando che il mercato del lavoro USA è un mercato vero a differenza di quello italiano, ovvero la gente può essere licenziata da un giorno a all’altro e per questo viene assunta senza troppi problemi). Ma qui non mi interessa.  Il dato secondo me è un grande indicatore.  Significa che: la probabilità che vivremo una recessione economica molto forte, se non una vera e propria depressione, per i prossimi 18-24 mesi,…

Continua a leggere Sei pronto a surfare le onde che stanno arrivando?
KIT DI SOPRAVVIVENZA AZIENDALE
CoronaVirus Business Srurvival Kit

KIT DI SOPRAVVIVENZA AZIENDALE

Alle aziende italiane serve un "KIT di sopravvivenza" per affrontare la crisi  I dati parlano chiaro.Il 65% delle aziende italiane è a rischio di fallimento. Per oltre il 10%-15% il fallimento è già tecnicamente certo.  Ma le statistiche e le ipotesi sono solo numeri. L’importante è non rientrare “nella parte sbagliata” in questi numeri. Sarebbe bello smentire questa statistica. E lo possiamo fare. Agendo insieme.  Come è possibile aumentare le probabilità di sopravvivere alla crisi 2020-2021 causata da Corona Virus? Quali sono gli strumenti? Quali sono i metodi? quali sono le informazioni importanti che gli imprenditori, i professionisti, i manager devono avere a disposizione per fare scelte corrette?  La crisi in sé stessa non durerà per sempre. Ma probabilmente cambierà per sempre le dinamiche di business. Cambierà le abitudini di acquisto dei consumatori. Cambieranno…

Continua a leggere KIT DI SOPRAVVIVENZA AZIENDALE

Come lavorare a distanza? Qualche strumento base.

Lavorare a distanza, dal “salotto di casa”, è diventato una necessità in Italia… di colpo.  L’Italia è stata purtroppo molto indietro nell’adozione degli strumenti di lavoro digitali. Per questioni culturali innanzitutto. Per pregiudizio. Per tante ragioni che ora non è rilevante analizzare. Sta di fatto che le persone NON sono abituate a lavorare a distanza. E le aziende NON sono pronte come infrastruttura IT e dotazioni informatiche. Personalmente ho difficoltà anche solo ad immaginare di NON lavorare a distanza. Nel lontano 2003 gestivo un ufficio di import export quasi completamente a distanza, con strumenti quasi gratuiti. Da 3 anni lavoro in “Smart working” per banche multinazionali. Da sempre seguo i miei clienti privati quasi esclusivamente in remoto. Il 90% del mio lavoro lo svolgo già come se lavorassi in remoto, anche quando sono…

Continua a leggere Come lavorare a distanza? Qualche strumento base.
Il business continua?
Il business continua?

Il business continua?

Conosci il termine “Business continuity”? Che i italiano si traduce più o meno “continuità di business”o “continuità operativa”? Significa garantire la continuità del business in qualsiasi condizione possibile. Per le PMI putroppo la “business continuity” non è stato tenutain debita considerazione… e stiamo vedendo putroppo gli effetti. La business continuity è fondamentale per tutte le aziende e le attivitàcon valore “sistemico”. Ovvero se si bloccano loro si blocca tutto.Casi più rilevanti a titolo di esempio: forniture energetiche ed elettriche (niente più energia)i processi dei servizi finanziari (niente più possibilità di usare il danaro, quindi niente economia) Come funziona la business continuity? Semplifico un po’. Come prima cosa ci si chiede: se succedesse xxx quali effetti ci sarebbero?quali sarebbero i rischi? Quali sarebbero gli impatti?e con xxx si intende tipicamente a titolo di esempio:oltre…

Continua a leggere Il business continua?
Vademecum Pandemia in 13 punti
Essere al proprio centro

Vademecum Pandemia in 13 punti

Come si può gestire lo stress in questo periodo? Non sono un medico o uno psicologo.Ho seguito centinaia di ore di formazione sulle neuro scienze. Da più di venti anni pratico dei metodi per il benessere personale. Sono stato atleta agonista per molto anni. Qui di seguito trovi una serie di semplici indicazioni che ho sperimentato in prima persona e che hanno delle solide basi scientifiche. Non mi dilungo in spiegazioni sul perché queste indicazioni funzionino. Molte delle indicazioni sono abbastanza “risapute”, altre di meno.La mia intenzione è dare una specie di “check list” che permetta di “ricordarsi” di applicare almeno alcune di queste indicazioni ogni giorno. Puoi per esempio stampare la lista e tenerla in vista. 1. Accettare È necessario prendere atto oggettivamente della situazione. Accettare non significa “essere d’accordo” sulla situazione,…

Continua a leggere Vademecum Pandemia in 13 punti

Quando la marea scende… (assegni post datati)

Quando la marea scende si vede chi era senza costume” E’ un detto che in queste settimane circola giustamente parecchio.Finchè le cose vanno bene i modelli di business non funzionali, le prassi al limite del legale, la bassa professionalità, l’assenza di organizzazione aziendale, l’assenza di preparazione manageriale e molti altri “difetti” e problemi strutturali delle PMI italiane possono apparantemente fare galleggiare la situazione. Ma di fronte ad un problema esterno… salta tutto per aria. E il problema NON è solo il problema esterno e contingente, sul quale i singoli non hanno alcun controllo.  Il problema VERO sono i difetti strutturali. I difetti strutturali espongono l’azienda al rischio di fallimento.  E sui difetti strutturali dell’azienda la responsabilità ela capacità di controllo nel medio/lungo è termine totale. Capacità di controllo totale senso che se vuoi cambiare qualcosa come imprenditore lo puoi fare,…

Continua a leggere Quando la marea scende… (assegni post datati)